Che cos’è la Mindfulness

mindfulLa mindfulness è un’attitudine umana universale a disposizione di ciascuno di noi in ogni momento. Si tratta di imparare a schiacciare il tasto “pausa” e di interrompere i propri abituali automatismi di reazione, riappropriandosi della nostra semplicità.

Ma che altro rappresenta questa parola inglese?

La parola è la traduzione inglese del termine sati dalla lingua antica Pali usata 2500 anni fa in India del nord.  In italiano la parola sarebbe “consapevolezza” e, sia nell’insegnamento di meditazione che nella psicologia cognitiva, significa “presenza mentale” oppure l’esperienza della “mente consapevole”. Ma implica qualcosa in più.

La mindfulness è l’intenzione di orientare costantemente la propria presenza verso l’esperienza che si sta dispiegando, al fine di essere pienamente recettivi e non categorizzanti. Quando parliamo di mindfulness non stiamo facendo riferimento ad un concetto, non si tratta di uno stato da ottenere, acquisire o aggiungere. Invece la mindfulness è un attitudine da coltivare “in proprio”, un modo di mantenersi in piena ed accogliente attenzione verso l’esperienza che sta accadendo, momento dopo momento, con il proprio corpo, con il proprio cuore e la propria mente, ed attraverso i nostri relazioni con gli altri.

Il termine mindfulness si sta rapidamente diffondendo nel mondo del benessere, del lavoro, e della psicologia in parte a causa dell’attività in ambito clinico di Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) strutturato da Jon Kabat-Zinn presso l’University of Massachusetts. In questo caso, la Mindfulness si riferisce sempre ad una particolare forma di consapevolezza, che caratterizza una modalità di essere, sostenuta da un’attenzione non giudicante, non selettiva, nei confronti di se stessi e degli altri, momento dopo momento.

Il protocollo MBSR è un approccio compatto e didattico per insegnare le basi essenziali  della mindfulness in poche settimane sia per persone che stanno affrontando momenti critici della vita (lo stress, il lavoro, la famiglia, le malattie importanti) che per chiunque altro,  e  vorrebbero utilizzare le pratiche meditative come strumenti per una maggiore comprensione. Attraverso l’MBSR si impara a conoscere meglio le proprie intenzioni, si impara una modalità di essere attenti  e non giudicanti, con la mente e con il cuore, nel momento presente. Il tutto avviene con un linguaggio non complesso e occidentale, riassunto in pochi passi che aiutano a definire un percorso semplice, utilizzando la meditazione e lo yoga in varie forme accessibili, per avviare una pratica quotidiana e duratura.

Per sapere qualcosa di più sull’MBSR o altri corsi, potete chiamare per un colloquio. Tutti i corsi vengono tenuti da John Angelori. Per sapere di più su di lui clicca qui. Per una meditazione guidata Body Scan clicca qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *